Mense scolastiche di Riccione, al via il nuovo servizio affidato a Gemos

Il progetto prevede l’utilizzo di prodotti Dop e Igp, il trasporto dei pasti tramite mobilità elettrica e una app dedicata ai genitori per consultare il menu. L’appalto dura 4 anni, con possibilità di rinnovo per ulteriori 4.

 

Prodotti a marchio Dop e Igp, una app in cui i genitori possono consultare il menu giornaliero dei figli, un’attenzione particolare alla riduzione degli sprechi, l’utilizzo di automezzi elettrici a basso impatto ambientale per la consegna dei pasti: sono alcune delle novità introdotte dal nuovo servizio mensa, al via lunedì 27 settembre, nelle scuole statali dell’infanzia e primarie di Riccione, affidato a Gemos per 4 anni, con la possibilità di rinnovo di ulteriori 4 annualità.

Il progetto è stato presentato a Riccione dall’assessore ai Servizi educativi, Alessandra Battarra, e dalla dirigente Servizi alla persona, Stefania Pierigè, insieme ai referenti di Gemos, a beneficio di insegnanti e dirigenti scolastici. Un primo incontro al quale ne seguiranno altri durante l’anno con la commissione mensa per un confronto ed eventuali modifiche da introdurre al servizio.

Il servizio prevede la gestione di due centri cottura Comunali, per una media giornaliera di circa 800 pasti.

Le materie prime utilizzate saranno rintracciabili, a filiera corta o di produzione locale, biologiche, privilegiando la frutta e verdura di stagione. La sicurezza alimentare sarà garantita per qualsiasi intolleranza alimentare o dieta specifica, grazie alla possibilità di confezionare i pasti in contenitori individuali.

Massima sarà l’attenzione e l’impegno per garantire la sostenibilità ambientale in tutte le fasi del servizio, in particolare il trasporto dei pasti verrà effettuato con automezzi elettrici e i prodotti utilizzati per la pulizia e sanificazione saranno a marchio certificato Ecolabel. Per aver inserito nel progetto questa attenzione alla mobilità sostenibile, con relativa installazione di colonnine elettriche, Gemos ha vinto il concorso Think Green organizzato da Power Energia per premiare aziende attente all’ambiente e alla promozione di un consumo consapevole.

Diverse inoltre saranno le attività per ridurre lo spreco alimentare: saranno effettuate verifiche periodiche, da parte della Dietista Gemos direttamente nelle mense scolastiche per il gradimento dei piatti da parte dei bambini e sarà consegnata una Doggy Bag agli alunni per il trasporto a casa del cibo non consumato (pane, frutta o merenda). Gli alimenti non distribuiti, infine, verranno donati ad associazioni caritatevoli del territorio.

Tra le novità rivolte ai genitori, ci sarà una app per visionare i menu, il nome del piatto, gli ingredienti e la caratteristica dei prodotti utilizzati.

“C’è molta soddisfazione per esserci aggiudicati un appalto a cui tenevamo molto, superando la concorrenza di importanti aziende della ristorazione – commenta il Direttore di Gemos, Marco Placci -. La refezione scolastica è un settore fondamentale per Gemos e questo progetto ci consente di consolidare la nostra presenza in un territorio già presidiato. Ci impegneremo al massimo per garantire un servizio di qualità, sostenibile e attento alla salute dei più piccoli”.

 

 

Condividi suShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedIn